Vocazione non è solo per grandi!

Molti si chiedono “Che cos’è il Seminario?”

Se uno legge su internet si parla di “luogo dedicato alla formazione dei candidati al sacerdozio che li prepara culturalmente e spiritualmente”. Tutto vero, però c’è qualche appunto da fare a riguardo. Il Seminario è si luogo di formazione ma anche e soprattutto luogo di incontro, crescita e dove si stringono rapporti di amicizia che in un certo qual modo durano per la vita. Andando più nel particolare c’è una distinzione da fare tra Seminario Maggiore e Seminario Minore. Il primo forma i seminaristi appunto al sacerdozio con un cammino intenso e pieno di esperienze “sul campo”; il Seminario Minore altresì è luogo di formazione ma nel contempo si è in Seminario durante una delle fasi più importanti della propria vita, cioè l’adolescenza. E nel particolare del Pontificio Seminario Romano Minore vi voglio raccontare. Per esperienza personale posso dire che gli anni trascorsi al Seminario Minore sono stati particolarmente significativi per il ragazzo che sono ora. Entrando ancora di più nel particolare gli anni della mia adolescenza sono stati caratterizzati appunto da questa particolarissima esperienza attraverso la quale ho potuto sperimentare un modo nuovo per stare accanto a Gesù ma anche la possibilità di avere una prospettiva “diversa” nelle relazioni con i miei coetanei soprattutto nell’ambito scolastico e con gli amici. Come ogni adolescente che comincia a prendere i primi contatti con ciò che lo circonda, anch’io all’inizio ero un po’ intimorito e insicuro dell’esperienza che stavo per iniziare, anche perché decidere di andare a vivere fuori di casa in un luogo che non conosci, con persone che non conosci, non è cosa da tutti i giorni… . Lasciare la famiglia è stato all’inizio non facile e ridurre lo stare a casa solo il fine settimana era per me ritagliare uno spazio troppo ristretto per stare con la famiglia; negli anni però ho imparato a prendere il tempo che mi dava il seminario e sfruttarlo al meglio e riuscendo anche, alle volte, a ritagliare un tempo per me. Altra componente fondamentale in questo mio percorso è stata senz’altro la parrocchia che mi ha sempre sostenuto e incoraggiato. Gli amici poi sono stati il pezzo forte che ha messo assieme il tutto, alcuni non hanno condiviso la scelta fatta ma questo non ha escluso il non vedersi più anzi semmai il contrario. Le amicizie fatte negli anni del liceo poi sono state molto belle e interessanti perché si poteva parlare e scherzare di tutto, ma allo stesso tempo i compagni si chiedevano cosa mi avesse portato a fere la scelta di entrare in Seminario; a questa domanda rispondevo sempre:” per vocazione”; poi però ho capito che ciò che mi ha portato a prendere questa prima importante decisione di vita è sì stata la Chiamata da parte di Dio ma anche e in special modo anche state le varie componenti che ho detto prima e cioè famiglia, parrocchia e amici che negli anni non mi hanno mai lasciato solo. Infine però non va dimenticata la “famiglia” che mi ha accolto e accompagnato per cinque anni e cioè quella appunto del Seminario che con i suoi pregi e difetti, come del resto in tutte le famiglie, ha saputo insegnarmi a vivere e a crescere attraverso anche sbagli e giusti rimproveri ma soprattutto mi ha insegnato ad essere me stesso nella libertà, con la giusta misura si intende… .

Il Minore inoltre è sotto la Materna protezione di Maria Madre della Perseveranza; questa virtù negli anni del Minore è stata molto importante per il mio discernimento e la mia crescita ed è tutt’ora una delle virtù che mi accompagna nel mio cammino. Del Seminario Minore posso dire quindi questo: luogo speciale che non allontana i giovani dai loro coetanei e dai loro affetti ma che invece gli fa vivere questo in maniera più bella e soprattutto con una visione più ampia, luogo che accompagna, fa crescere, forma e dove si può sperimentare una delle tappe più belle della vita, l’adolescenza, in un modo nuovo e oserei dire singolare. Quindi chi si sente chiamato durante questo momento di vita non si lasci sfuggire questa occasione datagli da Dio, sempre scegliendo nella libertà, per poter sperimentare questa esperienza unica con Perseveranza e Fiducia.


Mattia



161 visualizzazioni
Iscriviti alla newsletter